Disturbi dell'occhio

Disturbi dell'occhio



Occhi arrossati



A determinare l'arrossamento oculare ( iperemia), possono esserci molteplici cause, di bassa gravità. 

Lo sfruttamento continuo della vista, lo studio sui libri, la lettura, sono tra le cause più comuni più comunemente diffuse. Non bisogna però escludere i colpi di freddo e piccoli traumi, polveri sottili, mancanza di sonno oppure il famoso "corpo estraneo" e non per ultimo, il fumo.

La parte anatomica interessata all'arrossameno dell'occhio è la sclera , ricca di vasi sanguigni che a causa di una maggiore irrorazione del sangue, si arrosano.

Finora abbiamo citato cause non patologiche, che possono portare all'arrossamento.

Tra le cause patologiche, vanno menzionate:

  • congiuntivi
  • cheratite, uveite
  • blefariti

Ad ogni modo, l'occhio è un organo delicato e la prevenzione è molto importante ( buona igiene, giusto tempo di lettura, buon riposo, corretto utilizzo dello schermo del pc e/o del cellulare).


Cataratta


La cataratta è una patologia molto comune che fa parte del normale processo di invecchiamento.

Consiste nell'opacizzazione del cristallino causato da un'aumento di proteine nel tempo. Il cristallino così, riduce la quantità di luce che passa nei nostri occhi che risulterà annebbiata e/ sfocata. Colpisce 3 persone su 4 dopo i 70 anni. Il trattamento chirurgico è alla base per una corretta risoluzione del problema.

Che cos'è il cristallino?​



 
Il cristallino è una piccola lente che si trova all'interno del nostro occhio; ha il compito di filtrare la luce che ne entra all'interno. Successivamente, viene direzionata verso la retina. Il cristallino così, può accomodare e mettere a fuoco la nostra vista.
 
 
Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario, di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.