Pediculosi

Pediculosi


La PEDICULOSI é un’ infestazione molto comune provocata dai PIDOCCHI.

I pidocchi sono piccoli parassiti di dimensioni ridotte ( 25-30 mm) di colore grigio chiaro-bianco che sfruttano come ospite l’uomo nutrendosi attraverso il succhiare del sangue, depongono le uova ( lendini) al fusto del capello. La loro motilità é messa in atto tramite uncini posti sulle loro zampe.

Le specie di pidocchi principali sono quello della testa ( pediculus capitis), del corpo (pediculus humanus) e del pube (phthirus pubis), il pidocchio della testa é quello più comune e diffuso, la zona della nuca e quella temporale sono le più colpite.

Possono essere trasmessi attraverso contatto stretto con la persona colpita, contatto attraverso  abiti e indumenti di biancheria da letto, o l’utilizzo di pettini spazzole e asciugamani.  

Ad essere colpiti maggiormente sono i bambini in età prescolare e scolare ( da 3 a 11 anni). Le bambine sono quelle più colpite a causa del taglio dei capelli più lungo.

I sintomi della pediculosi si manifestano con un intenso prurito, irritazione e successiva infezione dell’area coinvolta, le femmine del pidocchio depositano a circa 1cm dalla radice del capello le uova che sono di forma filiforme di circa 1mm, in un mese possono depositare fino a 300 uova nell’ospite.

 

COME COMPORTARSI SCOPERTA L’INFESTAZIONE?

Si possono trovare in farmacia prodotti Anti-pidocchi come shampoo, gel e schiume, una volta lasciate agire sui capelli per circa 15 minuti, bisogna poi procedere al loro lavaggio. Successivamente utilizzare un asciugamano per tamponare i capelli.

Dopo aver tamponato si può utilizzare un pettinino fitto che andrà passato tra i capelli dalle radici alle punte per asportare le uova o residui rimasti, gettarli poi nel wc, accertarsi poi ad ogni passaggio di pulire il pettine.

Dopo queste misure bisognerà poi controllare in modo preventivo e a giorni alterni il cuoio capelluto e i capelli per accertarsi di eventuale rideposito di uova e pidocchi.

 

Le informazioni contenute in questa pagina non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario, di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio o indicazione riportata.